Rete civica del Comune di Firenze
testata per stampa

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

  Home » Sportello Unico Edilizia » Guida agli interventi» Procedimenti su vincoli
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina Twitter Facebook

Procedimenti su vincoli

NOTA BENE: l'autorizzazione paesaggistica e l'autorizzazione ai fini del vincolo idrogeologico non costituiscono di per sé titolo ad intervenire, ma presupposto per l'attivazione del titolo edilizio. La positiva verifica di compatibilità dell'intervento ed il rilascio delle autorizzazioni non costituisce riconoscimento di conformità dell'intervento rispetto alla disciplina urbanistico-edilizia.

    Vincolo paesaggistico

    All'interno delle aree soggette al vincolo paesaggistico gli interventi che comportino alterazione dello stato dei luoghi e dell'aspetto esteriore degli edifici sono soggetti al preventivo ottenimento dell'Autorizzazione paesaggistica (articolo 146 del D.lgs 42/04).
    La gestione delle istanze di autorizzazione paesaggistica è affidata ai Comuni, che per esercitare tale funzione devono costituire una Commissione di esperti formata da professionisti esterni all'Amministrazione ed acquisirne il parere su ogni istanza depositata.

    Per minimali modifiche esterne che non comportano alterazione dello stato dei luoghi e dell'aspetto esteriore degli edifici ricorre la fattispecie di esclusione dalla necessità della preventiva acquisizione dell'Autorizzazione paesaggistica sanciti dagli articoli 146 comma 7 e 149 del D.lgs 42/04.

    Per saperne di più e per scaricare la modulistica, vai alla pagina tematica:

    Vincolo idrogeologico

    Le norme relative al vincolo idrogeologico si applicano ogniqualvolta l’intervento proposto ricade in aree soggette a vincolo idrogeologico, ai sensi del Regio Decreto 3267/1923 “Riordinamento e riforma della legislazione in materia di boschi e terreni montani” e della Legge Forestale della Toscana n. 39/2000 e s.m.i, ovvero nelle aree coperte da bosco;

    A seconda della tipologia di intervento si applica la procedura dell’”Autorizzazione ai fini del vincolo idrogeologico” o della “Dichiarazione di inizio lavori” ai fini del vincolo idrogeologico.

    L'autorizzazione ai fini del vincolo idrogeologico (art. 42 della LRT 39/2000) è rilasciata dal Comune per:
    a) la trasformazione della destinazione d’uso dei terreni attuata per la realizzazione di edifici, manufatti edilizi, opere infrastrutturali ed altre opere costruttive;
    b) la realizzazione di ogni opera o movimento di terreno che possa alterare la stabilità dei terreni e la regimazione delle acque non connesse alla coltivazione dei terreni agrari ed alla sistemazione idraulico-agraria e idraulico-forestale degli stessi.

     
    twitterfacebookyoutube

    città di firenze
    Comune di Firenze
    Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria
    50122 FIRENZE
    P.IVA 01307110484

    Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006